0%

Canova, Hayez, Cicognara – L’ultima gloria di Venezia

Posted By: Giacomo On:


 Dal 29 settembre 2017 al 2 aprile 2018, nel bicentenario del museo

Apre oggi al pubblico e sarà fruibile fino al 2 aprile 2018 la mostra Canova, Hayez, Cicognara – L’ultima gloria di Venezia presso le Gallerie dell’Accademia di Venezia. Curata da Fernando Mazzocca, Paola Marini e Roberto De Feo, la mostra viene presentata in occasione del bicentenario della fondazione del museo. Le Gallerie dell’Accademia di Venezia furono infatti fondate nel 1817, rappresentano il terzo museo di origine napoleonica in Italia dopo la Pinacoteca di Bologna e la Pinacoteca di Brera e divennero il primo risarcimento rispetto alle perdite di tanti capolavori in gran parte sottratti alle chiese e alle Scuole soppresse. L’esposizione costituisce inoltre l’occasione per celebrare un momento speciale per la storia artistica della Serenissima, rievocando quella stagione di rilancio culturale che ha inizio nel 1815 con il ritorno da Parigi dei Cavalli di San Marco, un vero e proprio simbolo della città di Venezia.

Tre figure geniali e lungimiranti

L’artefice e regista indiscusso di questa congiuntura fu il conte Leopoldo Cicognara, intellettuale e presidente dell’Accademia di Belle Arti, che inisieme all’amico Antonio Canova e a Francesco Hayez lavorò per dotare Venezia di un museo di prestigio internazionale, in grado di valorizzare lo straordinario patrimonio artistico della Serenissima e di promuovere al contempo l’arte all’epoca contemporanea, frutto del lavoro degli allievi dell’Accademia. I protagonisti di questa mostra sono senza dubbio tre figure geniali e lungimiranti, illustri rappresentanti della cultura neoclassica e romantica, interessate a dare a Venezia la sua giusta collocazione in un passato virtuoso, che ha visto tra le sue massime espressioni la grande Scuola veneta di pittura, ma allo stesso tempo disposti a volgere lo sguardo verso la valorizzazione e promozione del contemporaneo.

Oltre 130 opere in mostra

La mostra, con oltre 130 opere di rilievo, è allestita negli spazi al pianterreno del museo e mette in luce le figure dei protagonisti della vicenda che si appresta a raccontare. Oltre a questo introduce alcuni dei temi più significativi che l’hanno caratterizzata: il ritorno a Venezia di una parte delle opere asportate dai francesi; l’acquisizione della collezione di disegni di Giuseppe Bossi, segretario dell’Accademia di Belle Arti di Milano; la ricostruzione dell’Omaggio delle Province Venete all’Austria; la produzione degli artisti contemporanei; il passaggio da Venezia di George Byron, figura cruciale per lo sviluppo del Romanticismo. Nel percorso espositivo, organizzato in dieci sezioni, spicca nella prima sala la riunione e il ritorno a Venezia dopo due secoli della serie di manufatti inviati nel 1818 alla corte di Vienna per il quarto matrimonio dell’imperatore Francesco I e noti come l’Omaggio delle Province Venete.

 

 

Per maggiori informazioni:

www.mostrabicentenariogallerie.it
www.canovahayezcicognara.it

@canovahayezcicognara
#bicentenarioGallerieVenezia
#canovahayezcicognara

 

 


Leave a Reply

Play Cover Track Title
Track Authors